Sono disponibili in 2 versioni:

SPS24060G e SPS24160G (rispettivamente da 1,5 A e da 4 A) con display LCD di controllo dove è possibile consultare il registro eventi o visualizzare i dettagli di eventuali guasti(batterie scariche, mancanza di rete, dispersioni verso terra, etc.)

SPS24060S e SPS24160S (rispettivamente da 1,5 A e da 4 A) con spie di stato, uscita di guasto, uscita guasto mancanza rete, singola uscita di potenza. Può essere utilizzata in maniera autonoma o collegata direttamente al Loop della centrali indirizzate (protocollo Inim). 

Le versioni SPS24060x sono in grado di fornire fino a 1,5 A a 27,6V e possono alloggiare due batterie da 12V –7Ah, le versioni SPS24160x sono in grado di fornire fino a 4 A a 27,6V e possono alloggiare due batterie da 12V –17Ah.

SPS24060G

SPS24060G

SPS24060S

SPS24060S

SPS24160G

SPS24160G

SPS24160S

SPS24160S

ProbeTH

ProbeTH

Le stazioni di alimentazione della famiglia SmartLevel sono ideali per l’alimentazione di tutti quei dispositivi locati nell’area protetta dall’impianto di rivelazione. Soddisfano tutti i requisiti della normativa EN54, costituendo degli alimentatori completamente supervisionati e certificati. Sono dotate al loro interno del nuovo modulo switching con tecnologia risonante e CPU interna per una gestione affidabile, efficiente e sicura della potenza.

Sono disponibili in 2 versioni:
SPS24060G e SPS24160G (rispettivamente da 1,5 A e da 4 A) con display LCD di controllo dove è possibile consultare il registro eventi o visualizzare i dettagli di eventuali guasti(batterie scariche, mancanza di rete, dispersioni verso terra, etc.) e l’assorbimento di corrente di ogni uscita; 3 uscite protette singolarmente con una limitazione di corrente a 4A, collegabili sul Bus RS485 delle centrali rivelazione incendio.

SPS24060S e SPS24160S (rispettivamente da 1,5 A e da 4 A) con spie di stato, uscita di guasto, uscita guasto mancanza rete, singola uscita di potenza. Può essere utilizzata in maniera autonoma o collegata direttamente al Loop della centrali indirizzate (protocollo Inim). Grazie alla sua interfaccia di loop viene riconosciuta dalla centrale come stazione di alimentazione e viene completamente supervisionata in maniera automatica riportando tutte le segnalazioni in centrale.

Le versioni SPS24060x sono in grado di fornire fino a 1,5 A a 27,6V e possono alloggiare due batterie da 12V –7Ah, le versioni SPS24160x sono in grado di fornire fino a 4 A a 27,6V e possono alloggiare due batterie da 12V –17Ah.

Le stazioni contengono un circuito di carica batterie indipendente in grado di tenere le batterie sotto carica senza influire sulla corrente riservata al carico in uscita, sono dotate di sonda termica per adattare la carica delle batterie alla loro temperatura di esercizio. L’efficienza delle batterie viene valutata misurando accuratamente la resistenza interna delle stesse (con 0,1 ohm di risoluzione) in modo da segnalare un qualsiasi calo di efficienza che possa compromettere il funzionamento del sistema in caso di mancanza rete.

La CPU contenuta nell’innovativo modulo Switching che costituisce il cuore dell’apparecchio è in grado di supervisionare tutti i parametri dello stesso (temperature interne, correnti erogate, tensioni di uscita, parametri delle batterie, dispersioni verso terra) e garantisce un prodotto ad altissima affidabilità.
  • Tensione di ingresso: 230Vac +10% -15% 50/60 Hz
  • Stabilità: migliore di 1%
  • 3 uscite, ognuna protetta dai cortocircuiti e limitate in corrente a 4A ( solo versione SPS24060G e SPS24160G)
  • Display grafico LCD, buzzer, monitoraggio dell’assorbimento di corrente per ogni uscita, registro degli ultimi 50 eventi (solo versione SPS24060G e SPS24160G)
  • Collegabile direttamente sul loop di rivelazione delle centrali (solo versione SPS24060S e SPS24160S)
  • Connessione possibile sul BUS RS485 della centrale per la supervisione dell’alimentatore e il controllo delle uscite (solo versione SPS24060G e SPS24160G)
  • Caricabatterie integrato ed indipendente, con sonda termica per controllo temperature batterie
  • Supervisione delle batterie
  • Disconnessione delle batterie in caso di scarica profonda
  • Uscita relè di segnalazione guasti
  • Rilevazione del guasto di dispersione verso terra
  • Certificata CPD EN54-4